Vent’anni di ricerca conclusi in uno studio pubblicato sull’ultimo numero di Nature. Ecco come i barioni, previsti da una teoria, sono stati trovati esattamente dove ci si aspettava di vederli.

La scoperta è stata realizzata grazie all’osservazione di un singolo quasar da parte del telescopio XMM-Newton dell’ESA.

A guidare la ricerca è stato Fabrizio Nicastro dell’INAF di Roma, noi l’abbiamo intervistato per capire al meglio le implicazioni di questo studio.