L’assunzione giornaliera di calcio per gli adulti è incredibilmente e pericolosamente bassa in alcune aree del mondo, a riferirlo è uno studio su Osteoporosis International che mostra come l’assunzione di calcio sembra variare in modo molto diffuso in tutto il mondo in base a dei veri modelli regionali distinti.

La ricerca è stata pubblicata in vista della Giornata mondiale dell’osteoporosi che sarà esattamente venerdì 20 ottobre.

I dati suggeriscono che ci sono molte aree del mondo in cui si corrono rischi per la salute delle ossa.

La mappa elaborata dalla Brown University, che ha finanziato lo studio, illustra chiaramente la situazione globale.

Nei prossimi giorni indagheremo sui perché e su cosa comporta una situazione del genere in termini di salute globale.

In paesi come quelli asiatici si assumono solo 400 mg al giorno, mentre i paesi dell’Europa settentrionale hanno registrato assunzioni per più di 1.000 mg al giorno.

Anche se le quantità di calcio raccomandate variano nei vari paesi, ci si trova dinanzi sempre a delle quantità assunta nettamente inferiore a quelle consigliate.