Le missioni Voyager hanno compiuto 40 anni diventando le più lontane e longeve navicelle spaziali. Voyager I e II sono state celebrate dalla NASA tramite dei manifesti celebrativi e delle infografiche con le illustrazioni delle varie tappe delle missioni.

Entrambe lanciate nel 1977, per la precisione a 16 giorni di distanza, queste due missioni hanno influenzato generazioni di scienziati e futuri ingegneri, colpiti dal messaggio che le sonde hanno portato attraverso il sistema solare e ora nello spazio interstellare.

Nel 2012 Voyager I è stato il primo veicolo spaziale ad essere entrato nello spazio interstellare, uscendo dalla zona del sistema solare e Voyager II ha testimoniato le prime attività vulcaniche oltre a quelle terrestri, per esempio sulla luna di Giove (Io).

Voyager I ha continuato ad inviarci dei dati molto interessanti, infatti gli scienziati hanno capito, proprio grazie ai segnali mandati dal 2012, che nel nostro spazio interstellare i raggi cosmici sono fino a 4 volte più abbondanti rispetto al nostro piccolo quartiere cosmico.

La NASA ha celebrato questo anniversario importantissimo, a cui nessuno scienziato puntava in maniera specifica con questa serie di poster e infografiche bellissime ecco qui il link per scaricarle.

Come vi avevamo spiegato alcune settimane fa le sonde Voyager hanno la particolarità di avere delle registrazioni che contengono della musica e altre informazioni sull’umanità, se volete potete segnalarci quali canzoni vorreste mettere nelle vostre personali sonde Voyager, portando avanti una compilation da mandare chissà nello spazio o semplicemente su Spotify.

 

Gianluigi Marsibilio

Crediti foto: NASA/JPL