Samantha Cristoforetti e Matthias Maurer, insieme ad altri 16 astronauti cinesi si trovano nella città costiera cinese di Yantai per affrontare 9 giorni di allenamento e sopravvivenza nel mare.

Questa esercitazione fa parte di un programma ben più ampio che vuole permette un dialogo tra l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) e con l’agenzia spaziale cinese, l’obiettivo magari è quello di portare degli astronauti dell’ESA direttamente sulla futura stazione spaziale cinese.

La missione nello specifico è volta a testare un possibile atterraggio, con ogni tipo di implicazione, in acqua di rientro dallo spazio.

Tutti quanti dall’Agenzia Spaziale Europea hanno fatto sapere di vedere questa formazione degli astronauti come un vero traguardo verso la creazione di una buona cooperazione con la Cina.

L’obiettivo è il 2022, data in cui si potrebbero portare degli astronauti europei sulla stazione spaziale cinese.
Ad oggi sono previste molte altre opportunità di formazione e altre attività per integrare al meglio gli astronauti cinesi e europei.
La storia dei laboratori orbitanti cinesi è lunga e varia: la Tiangong-1 è stato il primo esperimento orbitale cinese, se ricordate alcuni mesi fa ci furono molti titoli sensazionalistici sulla possibile esplosione e sulla caduta della stazione spaziale targata Cina sulla terra. Le possibilità di essere colpiti sono molto basse e la NASA ed altre agenzie spaziali hanno stimato che è molto difficile essere colpiti da un qualsiasi detrito del laboratorio (si parla di una possibilità di uno su diversi trilioni).

La Cina ci ha riprovato con la Tiangong-2, tuttavia il secondo laboratorio orbitale del programma spaziale cinese è stato un fallimento e le comunicazioni con il modulo sono state perse dopo alcune settimane. Ad oggi attendiamo la prima vera stazione spaziale cinese, che ha un primo lancio previsto per il 2020 proprio per questa nuova missione ci sarà effettivamente bisogno dell’appoggio di altri colleghi europei.

Samantha Cristoforetti potrebbe essere la prima astronauta europea a salire su una stazione spaziale cinese?

 

Crediti foto :  ESA–Stephane Corvaja, 2017