Un team internazionale di astronomi ha utilizzato il MUSE, strumento del VLT (Very Large Telescope) per analizzare un gruppo di 19 quasar, rivelando la presenza di aloni che si estendono fino a 300.000 anni luce. Questi aloni sono relativamente freddi (circa 10.000 gradi Celsius) e sono fondamentali per lo studio dei modelli galattici.

Il team è stato coordinato dall’ETH di Zurigo e ha sfruttato le grandi potenziali dello spettroscopio del telescopio di Paranal (Cile).

Il MUSE è uno strumento eccezionale che copre una vasta gamma spettrale.

I due video qui sopra illustrano l’estensione di questi aloni osservati in tutti i quasar presi in considerazione: inizialmente i ricercatori avevano previsto che solo in 2 casi si sarebbero trovate strutture del genere, ma sappiamo che la scienza va oltre i modelli e le possibilità nello spazio si moltiplicano sempre di più.

crediti foto e video (ESO/BORISOVA ET AL.)