Per la prima volta un’auto guidata da un pilota automatico è stata protagonista di un incidente mortale.

Una Tesla Model S è stata al centro dello scontro, la vittima è Joshua David Brown, uomo di 40 anni. Fatalità di questo genere non sono mai capitate in oltre 130 milioni di  miglia percorse da auto con pilota automatico della Tesla, la nota compagnia di Elon Musk.

Il comunicato della compagnia parla molto chiaro: “In Usa vi è una fatalità stradale ogni 94 milioni di miglia . In tutto il mondo , vi è una fatalità a circa ogni 60 milioni di miglia”.

La Tesla ha inoltre precisato sul pilota semi automatico: “E’ una funzione di assistenza che richiede di tenere le mani sul volante in ogni momento , ” e che ” è necessario mantenere il controllo e la responsabilità per il vostro veicolo”.

Questo appena avvenuto è un incidente di percorso che sicuramente non fermerà un progresso inarrestabile, non solo per Tesla, ma per tutto il settore dei trasporti.

SPAZIO INDIANO

L’agenzia Spaziale indiana ha raggiunto un nuovo record, lanciando in orbita 20 satelliti nel corso di una sola missione.

Il precedente record era di dieci satelliti, con questo risultato l’agenzia spaziale del sub continente indiano si avvicina ai numeri della NASA e della Roscosmos.

I satelliti lanciati, in gran parte, monitoreranno l’atmosfera terrestre.

La corsa allo spazio asiatica si fa sempre più viva,  dopo Cina e Giappone trova un altro concorrente molto capace, l’India.

 

La lettura che vi consigliamo questa settimana ha al centro uno dei matematici più brillanti della storia: Godel. È ripresa dal New Yorker e mostra come il teorema d’incompletezza ha influenzato il mondo dell’informatica e non solo.

Gianluigi Marsibilio