A due giorni da Euro 2016, parliamo di quello che la scienza prevede per questi europei di calcio.

Francia e Germania favorite, questo è quello che rivela uno studio di statistica del Prof. Achim Zeileis dell’università di Innsbruck.

Lo studio è emerso dall’applicazione di un modello statistico già utilizzato per la previsione degli ultimi due Europei.

Per pronosticare il vincitore, si sono paragonati i campioni a lungo termine con 19 preferenze online, che in combinazione con complessi modelli statistici hanno permesso la simulazione di tutte le possibili combinazioni del torneo e di risultati.

Tenendo conto di questo modello, la Francia sarebbe la più probabile vincitrice della competizione con una percentuale di 21,5, strettamente seguita dalla Germania con un valore di 20,1. L’attuale difensore del titolo, la Spagna, segue con un certo distacco infatti totalizza una percentuale di 13,7, mentre l’Inghilterra e il Belgio si presentano rispettivamente con una percentuale di 9,2 e 7,7.

Lo studio predice anche lo schema della finale, simulando l’intero torneo 100000 volte e valutando chi potrebbe avanzare dai gironi ai sedicesimi, ai quarti, alle semifinali ed eventualmente alla finale. In tutti le previsioni, Francia e Germania sono le chiare vincitrici dei loro rispettivi gironi e le probabilità che le due favorite si incontrino in semifinale è maggiore del possibile incontro in finale (7,8% contro 4,2%). Le squadre sono classificate come ugualmente forti, con la Francia che ha un lieve vantaggio statistico rispetto all’avversaria.

Le probabilità di incontrare la Spagna in finale è del 5,7% per la Francia e del 5,4% per la Germania ed entrambe le squadre sono risultate vincitrici di un eventuale scontro contro la Spagna: 56,3% per la Francia e 55,8% per la Germania. Questa tecnica ha predetto correttamente il vincitore del mondiale del 2010 e degli Europei del 2012,  sbagliando il vincitore ma predicendo la finale ha predetto la finale degli Europei 2008 e tre delle quattro semifinaliste del mondiale 2014.

Luigi Tatonetti