Facebook e Google detengono la supremazia a livello mondiale per il traffico internet. Questi dati emergono da uno studio dell’Oxford Internet Institute, basato sulle analisi del web raccolte dal 1996 dal sito Alexa che ha analizzato un campione di milioni di utenti. Sono state prese in considerazione oltre 25.000 diverse estensioni del browser. I risultati emersi sono una combinazione tra visitatori medi giornalieri, di un determinato sito, e il numero di pagine sfogliate.

Le zone controllate sono ben distinte: mentre Google domina in Nord America, Europa e Oceania, Facebook domina in Medio Oriente, Nord Africa e in buona parte dell’America Latina.

La rilevanza della compagnia di Larry Page e Sergey Brin diventa ancor più evidente se si osservano i 50 Paesi che hanno indicato Facebook come il sito più visitato, 36 di essi posizionano Google al secondo posto, mentre gli altri 14 Youtube (comunque proprietà di Google).

Se entriamo più nello specifico, il secondo sito più utilizzato è Baidu, in cui accedono le popolazioni di Cina e Corea del Sud che contano oltre un miliardo e mezzo di utenti. La diffusione esclusiva in tali stati, non lo porta ad essere una minaccia per il colosso di Mountain View e per la compagnia di Zuckerberg.

Nella stessa condizione, con un minor numero di utenti, sono VK in Russia, Yahoo in Giappone e Naver nella Corea del Sud.

Alexa non è stato in grado di reperire dati riguardo alcune zone dell’Africa Sud – Sahara, ma in compenso Kenya, Sud Africa, Madagascar e Nigeria favoriscono Google, mentre Ghana, Senegal e Sudan si schierano dalla parte di Facebook.

Diletta Tatonetti.