Firenze, ancora una volta, è la città che spende di più per i suoi cittadini in cultura. Negli ultimi anni la città toscana ha aumentato, in maniera significativa, gli investimenti in questo settore.

Openbilanci.it, il sito che monitora le entrate e le uscite di tutti i comuni italiani, ha stilato una classifica per osservare la spesa media che i 15 comuni italiani più popolati hanno affrontato nel 2013 a favore degli investimenti nella cultura basandosi sull’entrate e le uscite delle spese pro capite.

Questa spesa in media è pari a €60 per ogni cittadino, con picchi tra i più alti in Toscana e tra i più bassi in Sicilia.

Firenze conquista per la terza volta consecutiva la vetta della classifica spendendo €243, raddoppiando la sua spesa pro capite rispetto al 2012. Il capoluogo toscano conquista anche un altro primato: unica città a superare e raddoppiare i €100 per cittadino, staccando per circa €160 la seconda classificata Trieste che spende €83, e Milano con €70,9 seguita da Venezia con €70,5, Torino con €68, la capitale si classifica solo al 6° posto spendendo €67 per ogni cittadino romano, segue Verona con €64, Bologna che spende €63 e Padova con €59. A fare da spartiacque tra nord e sud c’è Genova che investe €44 inseguita da Napoli, Catania, e Bari, che spendono rispettivamente €22, €21 e €15. Triste invece è leggere i dati delle due città siciliane che pur essendo ricche di storia, siti archeologici e caratteristiche uniche al mondo si classificano ultime: Palermo e Messina che spendono rispettivamente €11 e €5.

Giacomo Salvatore