Gli investimenti sull’ energia pulita, in particolare quella eolica e solare, hanno riportato negli ultimi due anni un importante incremento del 30%. È il caso di Paesi come: Stati uniti d’America, Cina, India ed alcuni stati dell’America Latina e dell’Africa, i quali hanno superato del 4% i valori registrati nel 2014.

I dati riportati da Bloomberg New Energy Finance (BNEF) dimostrano infatti una notevole crescita di questi investimenti di circa sei volte quelli del 2004, raggiungendo anche l’eccezionale cifra di un terzo di trilioni di dollari impiegati nel settore dell’energia rinnovabile.

Negli Stati Uniti ciò ha portato ad una rivalutazione del costo per watt di energia solare, che è aumentato a 1.33$, e ad una successiva diminuzione del costo del fotovoltaico residenziale sino a 1.84$.

In seguito al notevole progresso subito da questi investimenti nel 2015, è stata registrata di conseguenza una netta diminuzione di quelli sull’energia derivante dai combustibili fossili: sono stati infatti investiti 328.9 miliardi di dollari in progetti quali parchi eolici, impianti fotovoltaici e idroelettrici.

Tra i Paesi più impegnati nel settore del rinnovabile troviamo: la Cina, gli Stati Uniti, il Messico nel campo dell’energia eolica, la Turchia per l’energia geotermica.

L’Europa invece vede gli investimenti meno elevati, raggiungendo i valori più bassi dal 2006, specialmente in Francia (2.1 miliardi di dollari).

Per quanto riguarda la fabbricazione degli strumenti utili all’usufrutto dell’energia solare, di nuovo la Cina si classifica al primo posto, occupando il 20% della produzione globale di celle fotovoltaiche.

Attualmente sono utilizzate due tipologie di celle solari, differenziate in base al drogaggio (ossia l’aggiunta di atomi al semiconduttore puro, allo scopo di modificarne le proprietà elettroniche): quelle di tipo N e quelle di tipo P. Tuttavia si presuppone che nei prossimi anni vengano prodotti e quindi impiegati anche moduli a film sottile, ampliando e migliorando così le conoscenze in questo campo.

In vista del “PVCellTech conference” il 16 e 17 marzo 2016 in Malesia, le maggiori compagnie produttrici di strumenti fotovoltaici (tra cui SunPower, Panasonic e LG Electronics) si incontreranno per presentare nuove tecnologie più progredite per il futuro nel campo dell’energia solare.

Cristiana Picchi