La World Health Organization ha dichiarato lo stato d’emergenza per il virus Zika. I numerosi pericoli legati alla contrazione del virus in gravidanza, verificatasi nelle Americhe e in particolare in Brasile, preoccupano tutti. Il virus è trasmesso dalle zanzare ed è legato ad una particolare patologia chiamata microcefalia: i bambini nati da madre infette hanno riscontrato problemi sulle dimensioni della testa e del cervello.

L’associazione Panamericana della salute sta stipulando accordi con la WHO per la prevenzione e lo studio di Zika. Nel frattempo proprio dall’Organizzazione Mondiale della Sanità arriva un richiamo alla tranquillità per chi deve viaggiare nei territori infettati dal virus.

Gli embrioni modificati: nel Regno Unito, attraverso l’istituzione legata alla fecondazione e l’embriologia, è stato dato il permesso agli scienziati di modificare, per scopi scientifici, gli embrioni umani. Questo permetterà ad uno staff di ricercatori del Francis Crick Institute di Londra di applicare la tecnica CRISP-CAS9. A guidare la sperimentazione ci penserà il biologo Kathy Niakan.

Altro passo verso il James Webb Telescope: lo specchio primario è stato finalmente ultimato con l’unione del diciotessimo e ultimo tassello. La costruzione è avvenuta in Maryland presso il Goddard Space Center della NASA.

Il telescopio sarà lanciato nel 2018, diventando il più potente telescopio spaziale mai costruito.

È stato necessario, per assemblare lo strumento, un braccio robotico che ha permesso di spostare e unire i pezzi dello specchio dal peso di 40 chilogrammi ciascuno.

Il lancio dovrebbe avvenire tramite il razzo dell’ESA Ariane-5: l’enorme struttura appena costruita dovrebbe partire ripiegata e come un ombrello si aprirà una volta compiute tutte le manovre per l’arrivo a destinazione.

Gianluigi Marsibilio