A livello globale le lingue parlate sono innumerevoli, ma alcune hanno un’importanza maggiore delle altre, sia per numero di parlanti, sia per influenza. Il perché alcune lingue siano più influenti rispetto ad altre viene spiegato in un rapporto del PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences), a seguito dei risultati della ricerca di un gruppo di studenti interessati a capire quali fattori ne fossero la causa.

La risposta a cui sono giunti è che il fattore determinante è quanto una lingua serva da collegamento tra altre lingue. Ma l’elemento fondamentale non è sempre stato il legame tra le varie lingue, in passato i fattori che determinavano la supremazia di una lingua erano ben diversi. Ad esempio, la lingua latina aveva raggiunto il suo primato a livello europeo grazie al vasto territorio che componeva l’Impero Romano e anche grazie alla Chiesa Cattolica che deteneva il monopolio della cultura. Più recentemente, il metro di giudizio preso in considerazione è stato il rapporto tra parlanti e abitanti totali del pianeta.

Gli studi sono stati effettuati utilizzando i siti web attraverso l’osservazione delle reti di connessioni tra le varie lingue. Sono stati analizzati tre diversi campi: le traduzioni dei libri, le modifiche apportate nelle lingue dei vari articoli di Wikipedia e i tweet degli utenti che venivano tradotti in tweet di lingua diversa. Dalle analisi si deduce che ci sono lingue più influenti rispetto ad altre perché, oltre a percorsi di traduzione diretta, forniscono anche percorsi di traduzione indiretta. Un esempio di traduzione diretta è la traduzione dallo spagnolo all’inglese. Invece un esempio di traduzione indiretta è quella tra il vietnamita e il mapudungun (lingua isolata parlata nelle parti centrale e meridionale del Cile): la traduzione avviene prima dal vietnamita all’inglese, poi dall’inglese allo spagnolo e, infine, dallo spagnolo al mapudungun.

Il perché una lingua come il cinese, che è la lingua più parlata al mondo, non raggiunga livelli globali come l’inglese, è dovuto al fatto che la popolazione cinese utilizza siti web isolati, come ad esempio Sina Weibo (il corrispettivo Twitter cinese) o Baidu Baike (il corrispettivo Wikipedia cinese), che sono monolingue e che quindi non sono tradotti.

La posizione della lingua nella rete di linguaggio globale determina anche la maggiore o minore diffusione delle notizie. Ad esempio, un giornalista avrebbe più successo se scrivesse il suo articolo in una lingua molto sviluppata a livello globale rispetto ad una meno sviluppata.

In passato i fattori determinanti erano certamente quelli di tipo economico e politico, ma oggi possiamo affermare che in realtà una lingua è tanto più influente quanto più è utile come intermediaria tra lingue di diverso tipo.

Diletta Tatonetti