La tavola periodica non sarà più la stessa: sono stati aggiunti quattro nuovi elementi a completare la settima fila. L’International Union of Pure and Applied Chemistry in Research Triangle Park ha annunciato il 30 dicembre l’accettazione delle scoperte ottenute in laboratorio da gruppi di ricerca di Stati Uniti, Russia, e Giappone.

Gli elementi sono il 13, 115, 117 e 118; i nomi provvisori sono: ununtrio (Uut o elemento 113), ununpentio (Uup, elemento 115), ununseptio (Uus, elemento 117), e ununoctio (Uuo, elemento 118). Da una petizione di Change.org emerge la volontà di chiamare uno degli elementi Lemmium in onore del cantante dei Mothorhead: Ian ‘Lemmy’ Kilmister.

La seconda notizia rilevante arriva da una compagnia farmaceutica: Editas Medicine Inc. La società, che si occupa di editing genetico, diventa la prima nella storia ad iniziare la trafila per essere quotata in borsa occupandosi di questo settore.

L’azienda è particolarmente importante, perchè per sviluppare le sue ricerche utilizza molto il metodo CRISP, molto discusso nell’anno appena passato.

La settimana scorsa il riepilogo dell’anno 2015 aveva portato alla luce personaggi e scoperte assai rilevanti per l’annata appena passata, tuttavia quali novità possiamo aspettarci dal 2016?

Bisogna tenere d’occhio varie missioni e esperimenti: ExoMars si appresta a studiare l’atmosfera marziana e testerà importanti tecnologie per le future missioni sul Pianeta Rosso.

Sempre dallo spazio sono attese novità sui dati dei vari satelliti lanciati per lo studio delle onde gravitazionali.

Per chiudere la rubrica, vogliamo parlare di un particolare evento della settimana passata: nella giornata di ieri il grande cosmologo britannico Stephen Hawking ha compiuto gli anni, il fisico classe 1942 è un precursore di studi in molti campi e da sempre le sue ricerche permettono all’essere umano di progredire nello studio dell’universo, essenziale è il lavoro che conduce dai tempi del dottorato sui Buchi Neri.

Vi lasciamo, per questa settimana, con una sua frase: “Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa che è possibile fare. Guardate le stelle invece dei vostri piedi”.

Gianluigi Marsibilio